La storia del Reiki

La globalizzazione delle informazioni e le ricerche che alcuni Reiki Master americani hanno fatto in Giappone, mettono in evidenza alcune inesattezze della storia riferita in occidente da Takata. (la sua storia personale brevissimamente è la seguente: dalle Hawai va in Giappone per farsi operare essendo seriamente ammalata, evita l’intervento chirurgico all’ultimo momento sentendo una voce, un’intuizione. Chiede al chirurgo se ci sono altre possibilità e con sorpresa sente parlare di Reiki. "Molla tutto" e si fa curare con il Reiki. Riceve le attivazioni, inizia un percorso individuale di crescita, diventa Reiki Master e porta il Reiki in occidente).

Comprendiamo immediatamente la ragione di alcune delle inesattezze delle cose insegnate da Takata se ricordiamo che quando lei portava "insegnamenti giapponesi" in America, gli Stati Uniti erano in guerra con il Giappone quindi, magari per ammorbidire l’impatto, mediava, modificando alcune cose.

Nella vita di Usui molte cose rimangono un mistero e ci sono molte leggende, una delle quali sostiene che il Reiki, come è conosciuto ora, con i tre o quattro livelli, fosse solo il primo livello del Reiki, quello reso pubblico e ci fossero più livelli mantenuti segreti.

Questa è comunque solo la storia recente del Reiki. La capacità di guarire canalizzando Energia Universale è sempre stata, con altri nomi e con forme leggermente diverse, su questo e su altri pianeti, dagli albori del percorso umano. Questa e in particolare tutte le pratiche per ripristinare ed ampliare la capacità di canalizzare, è sempre stata anche un percorso di crescita spirituale o collegata ad essa. Tutto ciò è quasi sempre stato tenuto nascosto nelle scuole esoteriche, cioè le scuole dei misteri, sia per preservare l’incolumità fisica dei discepoli dal mondo esterno (basta ricordare l’inquisizione), sia per l’impostazione del percorso di crescita che prevedeva il conoscere le possibilità energetiche sottili solo nel momento in cui si era pronti ad esercitarle.

Ultimamente grazie ad alcuni maestri di Reiki americani ( tra i quali Frank Arjava Petter), che hanno svolto delle ricerche in Giappone, ci si è resi conto che la storia del Reiki tramandata oralmente da Takata conteneva diverse inesattezze. Forse Takata ha modificato alcune cose pensando che questo facilitasse l’introduzione in una cultura cristiana come quella americana.

Un documento fondamentale per fare chiarezza nella storia di Usui è il suo memoriale.
Il memoriale di USUI
Il memoriale di USUI
Esistono varie traduzioni in inglese del testo quella che segue è una mia traduzione del testo di F. Petter con alcune variazioni suggerite da altri testi
__________________________________________________________________________________________________________


Il memoriale di USUI

Il memoriale consiste in un grande monolito largo circa 4 piedi e alto dieci piedi(circa largo 1,20 m. ed alto 3 m.). Su di esso, scritto nello stile giapponese antico kanji, c’è una descrizione della vita del Maestro (Sensei) Usui e della sua scoperta ed uso del Reiki. Si trova in un cimitero pubblico al Tempio Saihoji vicino alla pietra tombale di Usui dove sono le sue ceneri, con quelle di sua moglie e di suo figlio.

L’inscrizione sul memoriale di pietra è stata composta dal signor Okata probabilmente membro dell’Usui Reiki Ryoho (l’organizzazione creata da Usui per diffondere la pratica e l’insegnamento del Reiki in Giappone, che in occidente si credeva estinta) e scritta (la calligrafia) da Ushida, presidente dell’organizzazione dopo la morte di Usui. Qui segue la traduzione dell’inscrizione (la traduzione originale in inglese è pubblicata nel libro "Reiki Fire " di Frank Arjava Petter)

Nel titolo in grande si legge: "Memoriale delle virtù del Maestro Usui" Il resto continua così:

Qualcuno che studia intensamente ( intendi: che pratica la meditazione) e lavora assiduamente per migliorare il corpo e la mente per amore di diventare una persona migliore è chiamato "un uomo di grande spiritualità" Le persone che usano questa spiritualità per uno scopo sociale, cioè, insegnare la strada giusta a molte persone e fanno il bene della collettività, sono chiamati "insegnanti". Il Dr Usui era uno di questi insegnanti. Ha insegnato il Reiki dell’universo (energia universale). Innumerevoli persone gli chiesero di insegnare loro il Sentiero del Reiki e di guarirli. Nato nel primo anno del periodo Keio, chiamato Keio Gunnen il 15 di Agosto (1865) Il suo nome era Mikao ed il suo secondo nome è pronunciato Gyoho ( o Kyoho probabilmente il suo nome spirituale) Nato nel villaggio di Yago nel distretto Yamagata della prefettura di Gifu. Il nome di suo nonno era Tsunetane Chiba. Il nome di suo padre è Uzaemon. Il nome di famiglia della madre era Kaweai. Da quello che conosciamo lui era uno studente dotato e che si impegnava nello studio. Da adulto viaggio in diversi paesi occidentali ed in Cina per studiare, lavorò alacremente, ma fu anche sfortunato. In ogni caso non si arrese e si preparò senza lesinare sforzi.

Un giorno andò sul monte Kurama per un ritiro di 21 giorni a meditare e digiunare. Alla fine di questo periodo improvvisamente sentì la grande energia Reiki sulla sommità della testa, questa è l’origine del sistema di guarigione Reiki.

All’inizio usò il Reiki su di sé, poi sulla sua famiglia. Constatato che funzionava con diverse malattie, decise di condividere la sua conoscenza pubblicamente. Aprì una clinica a Harajuku, Aoyama, Tokyo nell’aprile dell’undicesimo anno del periodo Taisho (1922).Non solo diede trattamenti a tantissimi pazienti, alcuni dei quali venivano da molto lontano, ma conduceva anche seminari per diffondere la sua conoscenza. Nel settembre dell’undicesimo anno del periodo Tasho (1923) la devastazione del terremoto Kanto colpì Tokyo. Migliaia vennero uccisi, feriti o si ammalarono successivamente. Il dr Usui soffrì perdite tra la sua gente, e comunque portò il Reiki nella città devastata e usò i suoi poteri di guarigione sui sopravvissuti La sua clinica divenne presto troppo piccola per accogliere l’afflusso di pazienti, così nel febbraio dell’anno quattordicesimo del periodo Tasho (1925) ne costruì una nuova fuori Tokyo a Nakano.

La sua fama si sparse velocemente per tutto il Giappone così gli inviti. Andò a Kure, e a Hiroshima poi a Saga e Fukuyama. Durante la sua permanenza a Fukuyama fu colpito da un fatale infarto il 9 Marzo 1926 all’età di 62 anni.

Sua moglie si chiamava Sadaco, il suo nome da nubile era Suzuki. Ebbero un figlio e una figlia. Il figlio Fuji Usui succedette negli affari di famiglia dopo la morte di Usui.

Usui era una persona semplice umile ed affettuoso. Fisicamente in salute e ben proporzionato. Non si vantava, sorrideva sempre ed era coraggioso nell’affrontare le avversità, molti erano i suoi talenti. Gli piaceva leggere e la sua conoscenza di medicina, psicologia, predizioni teologia di religioni di tutto il mondo era vasta. L’abitudine di tutta la vita di studiare e raccogliere informazioni sicuramente facilito la percezione e la comprensione del Reiki. Il Reiki non solo guarisce malattie ma amplifica le capacità innate, equilibra lo spirito, rende il corpo sano, e quindi aiuta a raggiungere la felicità. Per insegnare questo ad altri dovresti seguire i cinque principi dell’imperatore Meiji e contemplarli nel tuo cuore. Dovrebbero essere affermati giornalmente una volta al mattino ed una alla sera.

1. Non arrabbiarti oggi.
2. Non preoccuparti oggi
3. Sii grato oggi
4. Lavora alacremente (pratica la meditazione)
5. Sii gentile verso tutti gli esseri viventi.





La meta ultima è comprendere l’antico metodo segreto per raggiungere la felicità (Reiki) e di conseguenza scoprire una cura generale per molte malattie. Se questi principi sono seguiti tu raggiungerai la grande tranquilla mente degli antichi saggi. Per incominciare a diffondere il sistema del Reiki è importante incominciare da un posto vicino a te (te stesso) non incominciare da qualcosa distante quale la filosofia o la logica.

Siedi immobile ed in silenzio ogni mattina e sera con le mani unite nel "Ghasso" o "Namaste". Segui i principi e sii puro e quieto. Lavora sul tuo cuore e agisci dallo spazio quieto dentro di te. Chiunque può accedere al Reiki perché inizia all’interno di te.

I paradigmi filosofici stanno cambiando il mondo. Se il Reiki si diffondesse nel mondo toccherebbe il cuore dell’uomo e la morale della società. Sarà di aiuto per molte persone, non solo guarendo malattie, ma la terra intera. Più di 2000 persone impararono il Reiki dal dr. Usui. Anche di più lo impararono dai suoi discepoli anziani che portarono il Reiki oltre. Ora dopo il trapasso del dr. Usui il Reiki continuerà ad espandersi nel mondo. È una benedizione universale aver ricevuto il Reiki dal dr.Usui ed essere capace di passarlo ad altri. Molti dei suoi studenti si sono uniti per costruire questo memoriale qui al tempio Saihoji nel distretto di Toyoma. Mi è stato chiesto di scrivere queste parole per mantenere vivo questo grande lavoro. Profondamente apprezzo il suo lavoro e vorrei dire a tutti i suoi discepoli che sono onorato per essere stato scelto per questo compito. Che molti possano comprendere quale grande servizio fece al mondo il dr Usui